SICURI con la NEVE 2014

Domenica 19 gennaio 2014; giornata nazionale dedicata alla prevenzione degli incidenti nella stagione invernale.

Per tenere alta l'attenzione, domenica 19 gennaio 2014, si terrà una giornata nazionale di sensibilizzazione e prevenzione degli incidenti tipici della stagione invernale; valanghe, scivolate su ghiaccio, ipotermia ed altro ancora saranno i temi d’interesse. Con il progetto SICURI in MONTAGNA, da oltre un decennio, il Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico, il Club Alpino Italiano con le Scuole d’Alpinismo e Scialpinismo, le Commissioni e Scuole Centrali di Escursionismo, Alpinismo Giovanile, Fondoescursionismo, il Servizio Valanghe Italiano, la Società Alpinistica F.A.L.C., Enti ed Amministrazioni che si occupano di montagna, promuovono queste iniziative che mirano alla prevenzione degli incidenti in montagna.

La stagione invernale presenta dei rischi peculiari che sono messi in evidenza dagli incidenti che, purtroppo, di anno in anno si ripresentano; tutto ciò non interessa solo gli appassionati di sci alpinismo ma anche chi ama sciare in neve fresca, fare escursionisti con racchette, utilizzare moto slitte. Negli anni passati le giornate di SICURI con la NEVE hanno fatto registrare una preoccupante situazione che denuncia, inequivocabilmente, diffuse carenze a livello della preparazione personale, della valutazione del rischio e dell’uso dell’attrezzatura d’auto soccorso; in questo senso risulta di fondamentale importanza far crescere la consapevolezza personale accompagnata da un indispensabile bagaglio tecnico. Il 19 gennaio 2014, in varie località, si darà vita a momenti di coinvolgimento aperti a tutti gli appassionati, sciatori ed escursionisti, che desiderano ricevere informazioni o approfondire le proprie conoscenze sulla frequentazione in sicurezza della montagna innevata anche attraverso prove pratiche e dimostrative.

Per conoscere le iniziative in programma e le località interessate dalla manifestazione, basta consultare i siti web di riferimento che saranno puntualmente aggiornati: www.sicurinmontagna.it - www.cai.it - www.cnsas.it - www.cai-svi.it - www.falc.net

La partecipazione è gratuita ed aperta a tutti

Organico Soccorso Alpino 2010

ORGANICO  2010

Vincenzo Gagliardi Te.SA.        Capostazione


Enrico Alberti OSA
Daniele Cannella Aspirante OSA
Tito Ciarma GA - OSA    
Piergiovanni Cocchieri OSA Vice Capo Stazione Vicario   
Patrizio Cocci Te.SA.    
Fabio Corvaro Aspirante OSA
Giulio De Carolis OSA
Walter Di Francesco Collaboratore
Franchino Franceschi GA - OSA
Andrea Gaspari OSA
Giovanni Leonardi OSA Vice Capo Stazione
Simone Liberati OSA
Gianluca Marini Infermiere
Silvio Raimondi OSA
Ares Tondi INA - OSA
Antonello Torquati OSA

Legenda:
Te.SA. Tecnico Soccorso Alpino  
OSA Operatore Soccorso Alpino  
GA Guida Alpina
I.N.A Istruttore Nazionale di Alpinismo

Soccorso Alpino

Organico

Stazione di Ascoli Piceno

MEDAGLIA D'ORO AL VALOR CIVILE        Logo Socc Alp

n° diretti 3473555797 - 3346541391 - n° nazionale  118

 

Servizio Regionale Marche - XVIII Delegazione Alpina

DIECI REGOLE D’ORO
1.   Preparazione tecnica
2.   Preparazione fisica
3.   Abbigliamento e attrezzatura adeguati
4.   Conoscenza del territorio
5.   Mai assumere alcolici e portare nello zaino integratori salini in estate e cibi calorici e tè caldo in inverno
6.   Mai andare soli
7.   Se si va soli avvertire qualcuno del percorso e dell’ora prevista per il rientro
8.   Non fare troppo affidamento sul telefono cellulare, potrebbe non funzionare
9.   Controllare le condizioni del tempo prima di partire
10. Usare sempre tanto buon senso

COME COMPORTARSI IN CASO DI INCIDENTE
Una volta contattato il soccorso, dopo essersi presentati, bisogna riferire con calma all’operatore:
- luogo esatto dell’incidente
- attività svolta e numero delle persone coinvolte
- numero dei feriti e condizione sanitaria degli stessi
- condizioni metereologiche sul luogo dell’incidente
- recapito telefonico da cui si chiama

Per permettere un efficace intervento del Soccorso Alpino:
- rispondere dettagliatamente all’intervista dell’operatore
- lasciare libero il recapito telefonico

GARANTIRE ALL’INFORTUNATO
1. Calore
2. Cibo
3. Bevande (NO ALCOLICHE) solo se cosciente
4. Aiuto psicologico