Palmares (salite di rilievo)

foto

1956 - Tito Zilioli sulla Direttissima al Colletto

In questa sezione abbiamo raccolto le prime ascensioni, prime ripetizioni e salite extraeuropee.
L'elenco è ancora incompleto e in fase di aggiornamento.

L’elenco è formato sulle conoscenze dei compilatori all’ottobre 2008: eventuali aggiunte e/o proposte di rettifica vanno inviate alla Scuola di alpinismo presso la Sezione di Ascoli del CAI.

I precedenti

Se è vero che nel 1958 ha luogo il primo corso di roccia è altresì ovvio che l’Alpinismo ad Ascoli nasce molto prima, riportiamo di seguito i principali avvenimenti accaduti prima del 1958.

7.1.83: viene fondata la Sezione CAI, presidente dr. Luigi Mazzoni. Nei primi anni gite sociali notturne alla Montagna dei Fiori, alla Sibilla, al Vettore; piccoli gruppi di soci salgono Pizzo di Sevo, il Vettore e il Gran Sasso.

Estate 1929: Gino Segato, dipendente del-l’UNES trasferito ad Ascoli da Oropa, sale per la prima volta, con gli ascolani Gino Olivieri, Paloni e Zorzi, il Dito del Diavolo per la paretina sud e poi, ancora con Olivieri, altra falesia a San Vito.

1934-1955

26.3.1934 Marco Priori con il maestro di Cortina Sisto Gilarduzzi effettua la prima traversata in sci della cresta del Redentore.

26 agosto 1934 Bucciarelli, Vassura, Morganti, Iachini: Vettore, versante SE, ‘direttissima’ (probabilmente ‘via del canalino’) , m. 1350, passaggi III , prima salita.

Settembre 1939 salgono sulla paretina sud del Dito del Diavolo, slegati e scalzi, i giovanissimi Arnaldo Odoardi, Sandro Poli, Saverio Cotellessa e Franco Scatasta.

Nello stesso periodo salgono sul Dito anche Ercole Balestra e Marco Quintili.

1945 Tullio Pallotta, ufficiale degli alpini in Russia, sale il Dito del Diavolo per vie nuove ed anche in artificiale e vi fa scuola di roccia a giovani ascolani diffondendo in città la pratica dell’arrampicata.

Estate 1949 Pallotta sale con la moglie Paola Panichi la via Chiaraviglio-Berthelet al Corno Piccolo e fa conoscere poi il Gran Sasso ai suoi giovani allievi.

Estate 1951 Ercole e Francesco Saladini e Claudio Perini salgono legati il Gran Gendarme per camini a nord della direttissima al colletto e raggiungono poi il Pizzo del Diavolo per un itinerario non identificato.

Ottobre 1954 Francesco Balena, Mario Lupi e Carlo Mariani si diplomano portatori ad un corso eccezionalmente tenuto dal CAI centrale sul Gran Sasso , conducendo poi giovani amici sul Corno Piccolo.


1956

inverno Achille Puleggio, Dino Martelli, Emidio Filipponi, Ignazio Castellani: Vettore, versante SE, via del canalino, 1300 m, PD+ , prima invernale.

Inverno 1955-56 Ignazio Castellani, Dino Martelli, Emidio Filipponi ed Achille Puleggio salgono la via del Canalino al Vettore, prima ascensione invernale ascolana.

9 agosto Tito Zilioli e Maurizio Calibani; Vettore, Pizzo del Diavolo, Direttissima al Colletto, c.a., prima ripetizione.

Estate 1956 Tito Zilioli sale da primo, con Castellani e Maurizio Calibani, itinerari di roccia sul Corno Piccolo tra cui la via dei Triestini, rivelandosi il migliore alpinista ascolano del momento.

inverno Achille Puleggio, Dino Martelli, Emidio Filipponi, Ignazio Castellani: Vettore, versante SE, via del canalino, 1300 m, PD+ , prima invernale.


1957

estate Claudio Perini e Tito Zilioli: Vettore, Pizzo del Diavolo, raccordo tra direttissima al Colletto e spigolo Bafile, 40 m, III+, prima salita.


1958

30 marzo Tito Zilioli, Claudio Perini, Francesco Saladini c.a., Pinetta Teodori: Vettore, versante SE, via del canalino, prima ripetizione invernale.

24 agosto Claudio Perini e Maurizio Calibani, c.a.: Vettore, Pizzo del Diavolo, via ‘GAP’ alla Punta Maria, 220 m, III+, un passaggio IV+, prima salita.

31 agosto: Maurizio Calibani, Francesco Saladini, Marco Florio effettuano la prima ripetizione della via GAP.

7 settembre Ignazio Castellani, Claudio Perini, Maurizio Calibani, Francesco Saladini: Gran Sasso, vetta orientale, spigolo NE all’anticima, prima ripetizione.

21 settembre Maurizio Calibani, Francesco Saladini: Vettore, Pizzo del Diavolo, parete N, direttissima, prima ripetizione.


1959

28 giugno Marco Florio, Giuseppe Raggi e Vincenzo Giorgioni: Vettore, Pizzo del Diavolo, variante alla via del Camino sulla parete E, 60 m, III, passaggi IV, prima salita.

16 luglio Maurizio Calibani e Claudio Perini, c.a.: Vettore, Pizzo del Diavolo, via ‘centrale’, 380 m, III+, passaggi IV, prima salita.

18 luglio Marco Florio, Francesco Saladini: Vettore, Pizzo del Diavolo, parete E, via Vittorini-Berardi, prima ripetizione.

19 luglio Marco Florio-Maurizio Calibani: Vettore, Pizzo del Diavolo, Direttissima alla parete est, 400 m, IV+,pass. V e V+, prima ripetizione.

31 agosto Marco Florio-Maurizio Calibani; Vettore, Pizzo del Diavolo, Gran Gendarme, Via Moretti-Mainini (Direttissima alla Testa), 160 m, V, pass.V+ e A1, prima ripetizione.

10-11 settembre Marco Florio e Maurizio Calibani: Vettore, Pizzo del Diavolo, via ‘Florio-Calibani’ al colletto del Gran Gendarme, 100 m, V, passaggi V+ e A1, prima salita.

13 settembre Marco Florio e Maurizio Calibani: Vettore, Pizzo del Diavolo, il Castello, variante alla via della Riga, 70 m, IV, passaggio IV+, prima salita.

17 settembre Francesco Saladini e Claudio Perini, c.a.: Vettore, Pizzo del Diavolo, ‘via della fessura’ alla parete N, 300 m, IV, un passaggio IV+, prima salita.

17 settembre Marco Florio e Maurizio Calibani: Vettore, Pizzo del Diavolo, ‘direttissima’ alla Punta Cichetti, 200 m, IV+, passaggio V, prima salita.

4 ottobre Marco Florio e Maurizio Calibani: Gran Sasso, Corno Grande, vetta Orientale per parete E, variante alla via D’Angelo-Narducci al 3° Pilastro, 250 m., IV, un passaggio IV+, prima salita.

31 dicembre Maurizio Calibani, Luigi Romanucci e Marco Florio; Francesco Saladini, Pinetta Teodori e Claudio Perini, c.a.: Vettore, cresta del Galluccio (foto sotto),1280 m, AD-, prima salita.


1960

6 gennaio Marco Florio e Ugo Capponi: Vettore, versante E, cresta ENE alla Cima di Pretare, 1100 m, AD-, prima salita.

22 maggio Marco Florio e Ugo Capponi: Vettore, Cima del Redentore, Scoglio delle aquile, via ‘Florio-Capponi’, 200 m, III, prima salita.

15 agosto Marco Florio, da solo: Gran Sasso, Corno Piccolo per parete N, via ‘Marco Florio’, 200 m., IV, un passaggio IV+, un passaggio V-, prima salita.

28 agosto Marco Florio e Maurizio Calibani: Vettore, Pizzo del Diavolo, via ‘Florio-Calibani’ alla parete E, 380 m, IV, un passaggio V, prima salita.

dicembre Ugo Capponi e Luigi Romanucci: Vettore, versante SE, via Marsilii, prima invernale.


1961

12 marzo Giuseppe Raggi e Ugo Capponi: Vettore, Pizzo del Diavolo, parete N, prima invernale.

12 marzo M. Florio-Maurizio Calibani assieme a Luigi Mario-Emilio Caruso (SUCAI Roma); Gran Sasso, Vetta Orientale, via Jannetta, 1400 m, prima ripetizione.

19 marzo M. Florio e M. Calibani: Gran Sasso, Corno Piccolo, Punta dei Due, via Gervasutti, prima invernale.

luglio Marco Florio e Giuseppe Fanesi: Vettore, Pizzo del Diavolo, variante alla via Florio-Calibani sulla parete E, 60 m, IV, un passaggio V, prima salita.

13 agosto Marco Florio e Maurizio Calibani: Gran Sasso, Corno Piccolo, cresta O, Spalla media, variante alla via Consiglio-Morandi-De Ritis, un passaggio IV+, prima salita.

1 ottobre Francesco Saladini e Marco Florio, c.a.: Gran Sasso, Corno Piccolo per parete N, via ‘Saladini-Florio’, 160 m., III, un passaggio IV-, prima salita.

3 dicembre Marco Florio e Maurizio Calibani, Gran Sasso,Corno Piccolo, parete est, 300 m, via Jannetta, prima ripetizione invernale.


1962

22 luglio Marco Florio-Maurizio Calibani, assieme a Mario Lopriore, Franco Duprè, Chiaretta Ramorino (SUCAI Roma), Gran Sasso, Vetta Orientale, parete est, via Jovane-Mario, 550 m, IV, pass.V, prima ripetizione (dalla cengia).

9 settembre Giuseppe Fanesi, Francesco Saladini: Vettore, Pizzo del Diavolo, parete E, via di mezzo, prima ripetizione.


1963

17 e 18 marzo M. Florio e M. Calibani: Gran Sasso, Vetta Orientale, cresta N, via D’Armi-Sartorelli, prima invernale).

1 settembre Francesco Saladini: Vettore, versante SE, via Marsilii, prima solitaria.


1964

6 gennaio Marco Florio e Francesco Saladini: Monte Vettore, Pizzo del Diavolo, Punta Cichetti e parete E, prima invernale.

24 gennaio Francesco Saladini e Alessio Alesi: Vettore, Pizzo del Diavolo, Canalone Maurizi alla Punta Maria, 350 m, AD, prima salita.

7 maggio Marco Florio e Giovanna Forlini: Vettore, Pizzo del Diavolo, Punta Cichetti, via ‘Giuliano Rapetta’, 200 m, IV+, passaggio V-, prima salita.

14 giugno Francesco Saladini e Alessio Alesi: Gran Sasso, Corno Piccolo per parete N, via ‘Saladini-Alesi’, III, prima salita.

21 giugno Marco Florio, Alessio Alesi e Francesco Saladini: Gran Sasso, Corno Piccolo, parete N, via ‘Gigino Barbizzi’ , 150 m., III+ e IV, prima salita.


1966

6 febbraio Francesco Saladini e Francesco Bachetti: Vettore, Pizzo del Diavolo, via GAP alla Punta Maria, prima invernale.

Inverno 1966-67 o 1967-68 Giuseppe Fanesi, Maurizio Calibani: Vettore, Pizzo del Diavolo, parete Est, via Centrale e via del Camino, prima invernale.


1967

26 febbraio Giuseppe Raggi e Francesco Bachetti: Vettore, Pizzo del Diavolo, via Bafile alla Punta Cichetti, prima invernale.

29 giugno Giuseppe Fanesi e Francesco Bachetti: Monte Camicia, parete N, via Panza-Marsilii - con variante diretta nella parte superiore di 300 m, IV+ e tratto di V+, seconda ripetizione.

20 agosto Francesco Bachetti e Federico Pagnini: Gran Sasso, Corno Piccolo, per parete E, via ‘diretta al torrione Aquila’, IV, passaggi IV+, un passaggio di V, un passaggio VI-, prima salita.

3 settembre Francesco Bachetti e Maurizio Calibani: Gran Sasso, Corno Piccolo, parete N, via ‘X’, 120 m., IV con tratti V+.

24 settembre Francesco Bachetti, Piero Piazza e Lucio Acciaccaferri: Gran Sasso, Corno Piccolo, parete E, via ‘diretta alla finestra’, 150 m., IV, 2 tratti V e V+, prima salita.

settembre Francesco Bachetti, Pasquale Iannetti, GAT-CAI Teramo ed Ettore Bilancetti, GAT-CAI Teramo: Gran Sasso, Corno Piccolo, parete E, variante alla via Ferrante-Paternò, 30 m., IV+, prima salita.


1968

15 settembre Marco Florio, Francesco Saladini e Giancarlo Tosti, GAP-CAI Ascoli (con Fernando Di Filippo e Salvatore Tirabovi, GAT-CAI Teramo): Gran Sasso, Corno Piccolo, parete N, via ‘Che Guevara’, 120 m. III e IV+, prima salita.

15 settembre Francesco Bachetti, Silvio Verani, GAT-CAI Teramo e Gino Amighetti, GAT-CAI Teramo: Gran Sasso, Corno Piccolo, Punta dei Due, parete E, via ‘a destra della Ciai-Pasquali’, IV, IV+, un passaggio V+, prima salita.

27 settembre Francesco Bachetti e Maurizio Calibani: Gran Sasso, Corno Piccolo, parete N, via ‘Bachetti-Calibani’, 150 m., III+ e IV, prima salita.

28 settembre Francesco Bachetti e Giuseppe Fanesi: Gran Sasso, Corno Piccolo, parete N, ‘via Bachetti-Fanesi’, 200 m., IV e IV+, prima salita.

29 settembre Giuseppe Fanesi e Francesco Bachetti, c.a.: Pizzo Intermesoli, Vetta meridionale, parete E, Pilastro di centro, via ‘Gino Amighetti’, 400 m., IV+, 2 passaggi V+, prima salita.


1969

26 gennaio Francesco Saladini, Maurizio Calibani, Vettore, versante ENE, 1100 m, prima salita

8 agosto Francesco Bachetti, Ugo Vitali Rosati, CAI Fermo, Attanasio De Felice, GAT-CAI Teramo: Gran Sasso, Corno Piccolo, parete N, via ‘del bombardamento’, 130 m., III, IV, un passaggio V, prima salita.

10 agosto Francesco Bachetti, Angelo Passariello, CAI Tivoli, Alessio Alesi e Attanasio De Felice, GAT-CAI Teramo: Gran Sasso, Corno Piccolo, parete N, via ‘V.V.R.’, IV e IV+, prima salita.

agosto Francesco Bachetti e Vincenzo Di Gaetano, CAI Teramo: Gran Sasso, Corno Piccolo, Cresta O, Spalla media, parete NE, via ‘dello spazzino’, 100 m., IV, III, prima salita.

settembre Francesco Bachetti e Silvio Verani, C. Arnoni, Felice Di Sante, Giancarlo De Nicola, Attanasio De Felice, tutti CAI Teramo: Gran Sasso, Corno Piccolo, parete N, variante ‘Carmela’ alla Bachetti-Fanesi, 30 m., III, III+, un passaggio V, prima salita.

settembre F. Bachetti, Angelo Passariello, GAT-CAI Teramo: G. Sasso, Corno Piccolo, Cresta O, Spalla Alta, via ‘Umberto Cattani’, 200 m., III, IV e IV+, prima salita.


1970

9 agosto Francesco Bachetti nel corso della spedizione al Munzur, Anatolia, Turchia centro-orientale: Kukul Gadigi (3o8o m) per la parete ovest e la cresta sud, 220 m, II e III, pass. di IV, prima assoluta.

10 agosto Maurizio Calibani e Giuseppe Raggi nel corso della spedizione al Munzur, Anatolia, Turchia centro-orientale: cima 3110 m, per la cresta nord-est, 100 m, II, probabile prima salita.

11 agosto Bernardo Carfagna e G. Tosti slegati nel corso della spedizione al Munzur, Anatolia, Turchia centro-orientale: Ciftergol (Montagna del doppio lago, 3125 m), per il versante ovest, 300 m, II , prima assoluta.

11 agosto Francesco Bachetti e Maurizio Calibani nel corso della spedizione al Munzur, Anatolia, Turchia centro-orientale: Cima dei Camosci (3010 m) per la cresta sud-est, 160 m,I, prima assoluta.

13 agosto Francesco Bachetti e Giuseppe Raggi nel corso della spedizione al Munzur, Anatolia, Turchia centro-orientale: Torre Ascoli (3100) per la spigolo SSO, 125 m, II, pass.III ed uno di IV, prima assoluta.

14 agosto Francesco Bachetti, Murizio Calibani, Bernardo Carfagna nel corso della spedizione al Munzur, Anatolia, Turchia centro-orientale: Sahin Tasi (Pietra del Falco, 3355 m) per la parete ESE, 210 m,III, probabile prima salita.

16 agosto Bernardo Carfagna, Giuseppe Raggi, Giancarlo Tosti nel corso della spedizione al Munzur, Anatolia, Turchia centro-orientale: Gunizer Dag (3150 m), slegati, 165 m,II, pass. III, probabile prima salita.

19 agosto Maurizio Calibani, Giuseppe Raggi, Giancarlo Tosti nel corso della spedizione al Munzur, Anatolia, Turchia centro-orientale: Cima 3270 m per la parete nord e la cresta est, 320 m,III, un pass. IV, probabile prima salita.

6 settembre Francesco Bachetti e Giuseppe Fanesi: Pizzo Intermesoli, Vetta meridionale, parete E, ‘via del Pilastro di sinistra’, 450 m., III+, IV, tratti di V-, prima salita.


1972

9 agosto Francesco Saladini e Pinetta Teodori, nel corso della spedizione “Città di Ascoli” all’Hindu Kush afgano, valle di Mandaras, alla quale partecipano anche Maurizio Calibani, Carlo Fanesi, Giuseppe Fanesi, Peppe Raggi e Giancarlo Tosti: M6, 6138 m., difficoltà medie, prima assoluta.


1973

estate Tiziano Cantalamessa e Stefano Pagnini: Vettore, Pizzo del Diavolo, variante al Camino meridionale, 75 m, IV, passaggi IV+, prima salita.

agosto Francesco Bachetti e Salvatore Spinelli: Vettore, versante SE, Cima di Pretare, 780 m, II, prima salita.

inverno Giuseppe Fanesi, Tiziano Cantalamessa, Stefano Pagnini, Alberico Alesi: Vettore, Cima di Quarto San Lorenzo, versante E, canalone E, 400 m, PD-, prima salita.


1974

6 gennaio Marco Florio, da solo: Monte Vettore, versante E, diretta E alla Cima di Pretare, 1100 m, TD, prima salita.


1975

marzo Tiziano Cantalamessa, Bruno Tosti, Tito Ciarma, Alberto Ciabattoni, Romeo Ercoli, Renato Mancini: Vettore, Pizzo del Diavolo, direttissima al Colletto, prima invernale.

estate Tiziano Cantalamessa e Stefano Pagnini: Gran Sasso, Corno Piccolo, parete E, via ‘Marco Riga’, 250 m., V, passaggi V+, prima salita.

Tiziano Cantalamessa, Stefano Pagnini: Monte Camicia, parete N, via Panza-Marsilii con variante d’uscita, quinta ripetizione.

Giuseppe Fanesi, Alberico Alesi (c.a.): Monte Camicia, parete N, via Panza-Marsilii, settima ripetizione.

22 agosto Alberico Alesi e Salvatore Spinelli - Stefano Pagnini ed Emidio Nardini: Vettore, versante SE, Piramide, via ‘Dany’, 300 m, IV, un passaggio V-, prima salita.


1976

13 febbraioTiziano Cantalamessa e Tito Ciarma: Vettore, versante SE, via ‘Giuliana’, 200 m, V, un passaggio V+, prima salita, prima invernale.

estate Antonio Mari, da solo: Monte Argentella, versante E, 180 m, III, passaggio IV+, prima salita.

Tiziano Cantalamessa, Emidio Nardini, Alberico Alesi, Guido Ciarma, Tito Ciarma, Renzo Peroni: Intermesoli, parete E, via Bachetti-Fanesi al Pilastro di centro, prima ripetizione.

Giuseppe Fanesi, Tiziano Cantalamessa, Salvatore Spinelli: Intermesoli, parete E, via Bachetti-Fanesi al Pilastro di sinistra, prima ripetizione.

Tito Ciarma, Alberico Alesi, Stefano Pagnini: Gran Sasso, Corno Piccolo (Monolito), via Manuela, prima ripetizione.

inverno Tiziano Cantalamessa: Intermesoli, parete E, via Bachetti-Fanesi, prima invernale e prima solitaria.

inverno Tiziano Cantalamessa e Tito Ciarma: Vettore, versante SE, cresta E della Piramide, 1300 m, D-, prima salita.


1977

estate Tiziano Cantalamessa, Bruno Tosti: Gran Sasso, Paretone, via Alessandri al 3° Pilastro, terza ripetizione.


1978

marzo Tiziano Cantalamessa e Bruno Tosti, Giacomo Stipa e Giulio Mazzanti: Vettore, Pizzo del Diavolo, via della fessura alla parete N, prima invernale.

estate Guido Ciarma e Roberto Cantalamessa: Vettore, versante SE, via ‘Isabella’, 180 m, IV+, passaggi V-, prima salita.

Tiziano Cantalamessa, da solo: Vettore, Pizzo del Diavolo, parete E, variante alla via Florio-Calibani, 20 m, III, prima salita.

Tiziano Cantalamessa, Tito Ciarma: Gran Sasso, Paretone, via Aquilotti ’79 al 4° Pilastro, prima ripetizione.


1979

aprile Antonio Mari, G. Eleuteri, Salvatore Mari: Monte Sibilla, versante N, colatoio di centro, imbuto Le Vene, 650 m, AD, prima salita.

estate Tiziano Cantalamessa e Bruno Tosti: Gran Sasso, Corno Piccolo, parete E, via ‘F.I.R.S.T.’, 300 m., IV+, passaggi V, prima salita.

Giuseppe Fanesi, Tito Ciarma, Achille Cardarelli: Gran Sasso, Vetta orientale, parete S, via Pinelli-Ramorino, prima ripetizione.

agosto Tiziano Cantalamessa e Guido Ciarma: Vettore, Pizzo del Diavolo, Punta Cichetti, via ‘del Griso’, 200 m, IV+, passaggio V+, prima salita.

27 dicembre Tiziano Cantalamessa e Alberico Alesi, Bruno Tosti e Giacomo Stipa: Vettore, Piramide, via Dany, prima invernale.

inverno Tonino Mari, Salvatore Mari, G. Eleuteri: Sibillini, versante Nord Sibilla, colatoio di centro, prima salita.


1980

febbraio Antonio Mari, da solo: Vettore, Cima del Lago, parete N, via diretta, 250 m, AD+, prima salita.

estate Emidio Catalucci e Giacomo Stipa: Intermesoli, parete E, via ‘GAP’, 250 m., IV+, passaggi V, prima salita.

Tito Ciarma e Giacomo Stipa: Intermesoli, parete E, ‘via della Mandragola’, 300 m., IV, un passaggio V, prima salita.

Tito Ciarma: Vettore, Pizzo del Diavolo, via direttissima alla parete N, prima solitaria.

Tiziano Cantalamessa e Bruno Tosti: Corno Grande, Vetta Orientale, parete E, via ‘Cantalamessa-Tosti’, 1400 m., IV, passaggi V, prima salita.

Tiziano Cantalamessa, Giuseppe Fanesi: Gran Sasso, Paretone, via del gran diedro, prima ripetizione.

Tonino Mari, Salvatore Mari, Giancarlo Eleuteri: prima discesa del Fosso Le Vene.

Giugno Tito Ciarma, Giuseppe Fanesi e Stefano Pagnini: Intermesoli, parete E, ‘via del bastione’, 350 m. V, un passaggio VI-, prima salita.

15 settembre Antonio Mari: Vettore, Pizzo del Diavolo, via di mezzo alla parete E, prima solitaria.

dicembre Giuseppe Fanesi: Monte Vettore, versante SE, canale diretto alla vetta, AD-, prima salita metà superiore.

Marco Florio, Vettore, via della seconda piramide.


1981

11 gennaio Antonio Mari, S. Mari, O. De Vincentis: Sibillini, Val Tenna, cascata ‘Le Vene’, fino a 4 m dalla fine, 250 m, ED, prima salita.

19 marzo Marco Florio, da solo: Vettore, versante SE, canale diretto alla vetta, 1350 m, AD-, prima salita integrale.

4 aprile (percorso invernale) Marco Florio, Luigi Castelli, Alberto Marfoli, Claudio Sacripanti: Vettore, versante E, diretta per il grande imbuto, 1200 m, AD, prima salita.

11 aprile Marco Florio, Francesco Alessi, Luigi Castelli, Alberto Marfoli, Antonio Palermi, Claudio Sacripanti, Enrico Vallorani: Vettore, versante E, diretta all’antecima N per l’Infernaccio di Pianelle, 1100 m, AD, prima salita.

1 maggio: A. Marfoli, F. Alessi, M. Florio, E. Vallorani, Fed. Alessi: Sibillini, diretta nord all’imbuto le vene, prima salita.

30 maggio Walter Giannelli: Vettore, Pizzo del Diavolo, direttissima alla parete E, prima solitaria.

30 maggio Corrado Giannelli: Vettore, Pizzo del Diavolo, via Florio-Calibani alla parete E, prima solitaria.

Agosto Alberico Alesi, Maurizio Calibani e Giacomo Stipa: Intermesoli, ‘via delle placche’, 250 m., IV, un tratto di V-, prima salita.

4 ottobre Tiziano Cantalamessa, Alberico Alesi, Maurizio Calibani: Pizzo Intermesoli, parete est, ‘via delle placche’, con 2 nuove varianti, di IV e di V, 250 m., IV, un tratto di V-, prima ripetizione.

inverno Tiziano Cantalamessa, Pierpaolo Mazzanti: Intermesoli, Pilastro di destra, via Gizzoni-Marsili, prima invernale.

27 dicembre M. Florio, Francesco Alessi, Luigi Castelli: Vettore, versante SE, cresta delle ammoniti, 1200 m, PD, prima salita.


1982

3 gennaio Marco Florio e Luigi Castelli: Vettore, versante E, diretta N alla Cima di Pretare, 1000 m, D, prima salita.

17 gennaio Marco Florio, Francesco Alessi e Luigi Castelli: Vettore, versante SE, via Bachetti-Spinelli alla Cima di Pretare, prima salita.

17 gennaio Tito Ciarma, Stefano Pagnini, Tiziano Cantalamessa, Giuseppe Fanesi, Alberico Alesi: Vettore, Cima del Lago, canale nord’, 250 m, AD, prima salita.

17 gennaio Emidio Catalucci, Giacomo Stipa, Maurizio Buonamici: Vettore, Cima del redentore, versante E, diretta alla quota 2415, 250 m, D, prima salita.

21 gennaio Emidio Catalucci e Paolo Mazzanti: Vettore, versante SE, via Isabella, prima invernale.

24 gennaio Marco Florio, Francesco Alessi, Luigi Castelli: Vettore, versante E, via ‘Cooperativa Coosport’, 1100 m, AD, prima salita.

31 gennaio Marco Florio, Federico Alessi, Francesco. Alessi, Luigi Castelli, Alberto Marfoli, Antonio Palermi, L. Zunica: Vettore, versante SE, ‘canale del santuario’, 1350 m, PD+, prima salita.

6-7 febbraio 1982 Marco Florio, Antonio Palermi, Luciano Zunica, Alberto Marfoli, Francesco Alessi, Federico Alessi: Gran Sasso, 5a ripetizione della via Jannetta al Paretone.

inverno Tiziano Cantalamessa: Gran Sasso, Paretone, via del IV Pilastro, prima invernale e prima solitaria.

Emidio Catalucci, Pierpaolo Mazzanti: Vettore, versante SE, fascia inferiore, via Isabella, prima invernale.

Aprile Tiziano Cantalamessa, Marcello Ceci: Pizzo Intermesoli, parete Est, Primo Pilastro, La Terza Via, prima salita.

4 aprile Marco Florio, Dario Cannella, Luigi Castelli: Monte Sibilla, versante N, colatoio di sinistra, imbuto Le Vene, 650 m, AD, prima salita.

12 aprile Marco Florio, Dario Cannella, Luigi Castelli, A. Nardinocchi: Vettore, versante E, diretta nord all’anticima est, 1100 m, PD, prima salita.

1982, 10 luglio Antonio Mari, da solo: Vettore, Pizzo del Diavolo, parete E, via ‘Patrizia’, 420 m, IV, un passaggio V-, prima salita.

agosto Pierpaolo Mazzanti, Maurizio Calibani, Marcello Ceci, Emidio Catalucci: Intermesoli, parete E, ‘via gli impianti da Campo Pericoli’, prima salita.

26 luglio Pierpaolo Mazzanti, Marcello Ceci: Vettore, versante SE, ‘spigolo dell’orso’, 200 m, V+, un passaggio VI, prima salita.

31 luglio Giulio Mazzanti e Giacomo Stipa: Vettore, Pizzo del Diavolo, Punta Maria, ‘via il poligono di tiro’, 810 m, IV+, passaggio V, prima salita.

5 settembre Tonino Mari, Maurizio Calibani, Antonio Palermi, Claudio Sacripanti: Vettore, Pizzo del Diavolo: 1a ripetizione della via Patrizia.

26 settembre Tonino Mari, Antonio Palermi: Gran Sasso, II Spalla, prima ripetizione della via del Vecchiaccio.

30 settembre Marco Florio: Monte Camicia, parete Nord, via Marsili-Panza, prima solitaria.

6 dicembre Marco Florio, da solo: Vettore, versante E, diretta est all’anticima nord, 1100 m, AD, prima salita.

inverno T. Cantalamessa: Gran Sasso, Corno Piccolo, parete E, via FIRST, prima invernale, prima solitaria.


1983

inverno Tiziano Cantalamessa, Pierpaolo Mazzanti: Intermesoli, Pilastro di centro, via Amighetti, prima invernale.

13 marzo Antonio Mari, da solo: Monte Zampa, parete N, Canale N, 850 m, AD+, un passaggio IV+, prima salita.

5 Giugno Tiziano Cantalamessa, Marcello Ceci: Gran Sasso, Paretone, ‘via della riforma agraria’, prima salita.

12 giugno Alberico Alesi, G. De Angelis: Vettore, Pizzo del Diavolo, variante alla variante Gigliotti-Marchini allo spigolo Bafile, 50 m, D, prima salita.

19 giugno Corrado e Walter Giannelli: Vettore, versante SE, via ‘Piagge 80’, 200 m, IV, un passaggio V+, prima salita.

30-31 Luglio Tiziano Cantalamessa, Alberico Alesi, Tito Ciarma: Gran Sasso, Paretone, via ‘Martina’, prima salita.

21 agosto Tito Ciarma e Angelo Piciacchia: Vettore, Pizzo del Diavolo, variante alla Direttissima al Colletto, 15 m, IV+, un passaggio V-, prima salita.

28 agosto Corrado Giannelli e Giuliano Giuliani: Vettore, Pizzo del Diavolo, Punta Cichetti, ‘via dell’amor nascosto’, 260 m, IV+, passaggi V e V+, prima salita.

estate Tiziano Cantalamessa, Massimo Marcheggiani: Gran Sasso, Paretone, ‘via la nebbia dal Paretone’, prima salita.

estate Tonino Mari, Dario Cannella, Gran Sasso, Diedro di Mefisto, prima ripetizione.

29 dicembre Alberico Alesi, Tiziano Cantalamessa, Pierpaolo Mazzanti, Maurizio Calibani, Giulio Mazzanti: Sibillini, Monte Argentella, versante E, ‘la retta via’, prima salita.


1984

20 febbraio Antonio Palermi, Claudio Sacripanti: Monti della Laga, valle del Garrafo, prima cascata del rio Saltarello, prima salita.

estate Alberico Alesi, Tiziano Cantalamessa, Emidio Catalucci: Vettore, versante E, fascia superiore, via ‘Daria’ alla Piramide, prima salita.

Tonino Mari, Dario Cannella: Monte Zampa, versante N, via ‘dove osano le aquile’, prima salita.

Antonio Palermi, Pierluigi Marconi, Gran Sasso, Terza Spalla, via Ricomincio da tre, prima ripetizione.

26 Agosto Roberto Cantalamessa, Giulio Mazzanti: Vettore, versante E, fascia inferiore, via ‘dei segni perduti’, prima salita.

Ottobre Franchino Franceschi, Tonino Mari, Ares Tondi: Vettore versante SE, Piramide, via Airlite, prima salita.

inverno Tonino Mari, Dario Cannella: Monte Zampa, versante N, via dove osano le aquile, prima invernale.


1985

13 Gennaio Antonio Mari, Dario Cannella: Sibillini, Val Tenna, cascata ‘delle Vene’, prima salita intregrale.

20 Gennaio Tiziano Cantalamessa, Massimo Marcheggiani: Vettore, versante E, fascia inferiore, via dei segni perduti, prima invernale.

1 Febbraio Tiziano Cantalamessa: Intermesoli, parete E, via Bachetti-Fanesi al Pilastro di sinistra, prima invernale e prima solitaria.

17 Febbraio Alberico Alesi, Dario Nanni, Tiziano Cantalamessa, Maurizio Calibani: Sibillini, Pizzo Acuto, versante N, via ‘carnevale ‘85’, prima salita.

12 Maggio Tonino Mari, Dario Cannella: Monte Zampa, versante N, via ‘dove osano le aquile’, prima salita.

19 Maggio Antonio Palermi, Claudio Sacripanti, Gilberto Sacripanti: Monte Priora, versante S, via ‘l’occhio del ciclope’, prima salita.

estate Antonio Palermi, Claudio Sacripanti ,Monti Gemelli, via Dente del Ciclope, prima salita.

Antonio Palermi, Pierluigi Marconi. M. Vettore, Piramide, via Specchi grigi, prima ripetizione.

Antonio Palermi, Pierluigi Marconi, M. Sibillini, Palazzo Borghese, via Goccia d’acqua, prima ripetizione.

Tiziano Cantalamessa, Alberico Alesi - Antonio Palermi, Tito Ciarma, monte Bove, via Gigliotti Marchini, prima ripetizione.

29 Settembre Antonio Palermi, Antonio Mari, Claudio Sacripanti: Monte Priora, versante S, ‘canale del singhiozzo’, prima salita.

3 Novembre Marcello Ceci, Gaetano Mozzoni, Emidio Catalucci: Intermesoli, parete E, via ‘Alessandra’, prima salita.

24 Dicembre Alberico Alesi, Claudio Sacripanti, Antonio Palermi, Maurizio Calibani: Sibillini, Pizzo Acuto, via ‘erbavoglio’, prima salita.

27 Dicembre Alberico Alesi: Sibillini, M. Argentella versante Est, Il canale d’Argento, prima salita, prima solitaria.


1986

24 gennaio Antonio Mari, Dario Cannella, Sibillini, Val Tenna, cascata del Rio, prima salita.

Aprile Antonio Palermi, Antonio Mari, Claudio Sacripanti, Enrico Vallorani, Dario Cannella: Monte Priora, versante S, via ‘Chi vola vale, chi non vola è un vile’, prima salita.

30 Giugno Tiziano Cantalamessa, Riccardo Bessio, Pierpaolo Mazzanti: Vettore, versante SE, fascia superiore, via ‘specchi grigi’ alla Piramide, prima salita.

Luglio Antonio Mari, Giuliano Cacciatori, Domenico Pistonesi: Sibilla, versante N, ‘via delle due stagioni’, prima salita.

Antonio Mari, Dario Cannella: Vettore, versante SE, ‘via del bivio’, prima salita.

Antonio Mari, Dario Cannella, Antonio Nardini: Vettore, versante SE, via ‘attenti a li pret’, prima salita.

Antonio Mari, Dario Cannella: Vettore, versante SE, ‘via del diedro’, prima salita.

Pierpaolo Mazzanti: Vettore, Fascia Inferiore, via Isabella, Prima solitaria.

Pierpaolo Mazzanti: Vettore, Piramide, via Dany, prima solitaria.

Antonio Mari, Domenico Pistonesi: Monte Zampa, versante N, via ‘senza nome’, prima salita.

Achille Cardarelli, Carletto Angelici, Mimmo Pistonesi, Monte Kenya, Punta Nelion (5188 m), via normale, cresta sud-est.

27 Luglio Tiziano Cantalamessa, Alberico Alesi: Vettore, Pizzo del Diavolo, parete E, ‘Diedro degli Angeli’, prima salita.

31 Luglio Pierpaolo Mazzanti, Marcello Ceci: Gran Sasso, Paretone, via ‘accarezzando la farfalla’, prima salita.

1 Agosto Tiziano Cantalamessa, Alberico Alesi: Vettore, versante SE, fascia superiore, via ‘Pantera Rosa’ alla piramide, prima salita.

4 Agosto Antonio Palermi, Roberto Bernardi, Claudio Sacripanti: Vettore, Pizzo del Diavolo, parete E, ‘via dello spazzacamino’, prima salita.

5 Agosto Tiziano Cantalamessa, Pierpaolo Mazzanti: Vettore, Pizzo del Diavolo, parete E, via ‘col fiasco’, prima salita.

estate A. Palermi, S. Pagnini, Fabio Lattavo: Gran Sasso, Corno Piccolo, parete N, via ‘untitled’, prima salita.

T. Cantalamessa, Massimo Marcheggiani (Roma): Ande Patagoniche, Fitz Roy, via Casarotto, ripetizione.

23 dicembre A. Palermi, Alberico Alesi, Maurizio Calibani, Claudio Sacripanti, Pier Paolo Mazzanti, Monti della Laga, cascata La Liscinella, prima salita.


1987

Gennaio Tonino Mari, Dario Cannella: Monte Zampa, versante N, via dove osano le aquile, prima invernale.

febbraio Antonio Mari, Dario Cannella: Sibillini, Val Tenna, cascata della Cerasa (ramo destro), prima salita.

8 Marzo Alberico Alesi, Maurizio Calibani, Antonio Palermi, Claudio Sacripanti: Monti della Laga, cascata del Fosso di Ortanza, prima salita.

10 marzo Antonio Palermi, Pierluigi Marconi, Walter Di Francesco: Monti della Laga, zona di Selva Grande, cascata ”Trecene bassa”, prima salita.

inverno Tiziano Cantalamessa, Franchino Franceschi: Gran Sasso, Vetta orientale, anticima E, via Alletto-Mario-Caruso, prima invernale.

inverno Tiziano Cantalamessa, Franchino Franceschi: Gran Sasso, Paretone, concatenamento invernale dei 4 Pilastri, prima salita.

Tiziano Cantalamessa, Franchino Franceschi: monte Camicia, parete N. via Panza-Marsilii, seconda ripetizione invernale.

agosto Tiziano Cantalamessa, Franchino Franceschi: Vettore, Pizzo del Diavolo, parete E, via ‘Adriatic big wall’, prima salita.

Pierpaolo Mazzanti: Vettore, Pizzo del Diavolo, via Centrale, prima solitaria.

Tiziano Cantalamessa, Franchino Franceschi: Vettore, Pizzo del Diavolo, parete E, via ‘Paperino e Paperoga’, prima salita.

estate Tiziano Cantalamessa, Franchino Franceschi: Vettore, Pizzo del Diavolo, parete E, ‘via intrepida’, prima salita.

Antonio Palermi, Franchino Franceschi, Antonio Mari, Dario Cannella, Caludio Sacripanti. Sibillini, parete sud della Priora, via Diedro Front. Prima salita.


1988

17 Gennaio Tiziano Cantalamessa, Franchino Franceschi: Pizzo del Diavolo, parete E, via Vagniluca-Cecchini al Castello, prima invernale.

febbraio Antonio Mari, Sibillini, Val Tenna, cascata della Cerasa (ramo sinistro), prima salita

inverno Tiziano Cantalamessa, Franchino Franceschi, Massimo Marcheggiani: Gran Sasso, Paretone, via Martina, prima invernale.

Tiziano Cantalamessa, Franchino Franceschi: Gran Sasso, Paretone, via Cantalamessa-Tosti, prima invernale.

Luglio Pierpaolo Mazzanti: Pizzo del Diavolo, Direttissima alla P. Cichetti, prima solitaria.

Luglio Pierpaolo Mazzanti: Vettore versante SE, Piramide, via Daria, prima solitaria.

estate Stefano Romanucci, Riccardo Bessio, Antonio Palermi, M. Sibillini, Pizzo del Diavolo, via Intrepida, prima ripetizione.

Settembre Tiziano Cantalamessa, Marcello Ceci e Massimo Marcheggiani, nel corso della spedizione nell’ Himalaya indiano alla quale partecipano anche Alberico Alesi, Pierpaolo Mazzanti e Antonio Palermi: Baghirati Karak (m 6702), cima inviolata e prima assoluta per via ‘Keep Himalayas Clean’.

11 dicembre Alberico Alesi e Maurizio Calibani: Monti della Laga, cascate del Fosso del Molinaro, prima salita.

28-29-30 Dicembre Tiziano Cantalamessa, Franchino Franceschi: Gran Sasso, Paretone, concatenamento invernale dei 4 Pilastri (via Alessandri al III, via Pinelli al I, via Jovane Mario al II, via Aquilotti 79 al IV), prima salita.


1989

15 Gennaio Alberico Alesi, Massimo Bollettini, Massimiliano Catani, Maurizio Calibani: cascate della Volpara integrali, prima salita.

15 Gennaio Pierpaolo Mazzanti, Paola Romanucci: Pizzo del Diavolo Est, via col Fiasco, prima invernale.

16-17 Gennaio Tiziano Cantalamessa, Franchino Franceschi, Massimo Marcheggiani: Gran Sasso, Paretone, via Martina, prima invernale.

29 gennaio Alberico Alesi, Massimiliano Catani, Stefano Ardito, Manilio Prignano, Maurizio Calibani: Monti della Laga, cascata della Morricana (al centro).

12 Febbraio Alberico Alesi, Manilio Prignano, Antonio Palermi, Paola Romanucci, Massimo Bollettini, Enrico Vallorani: Monti della Laga, Fosso del Gorzano, cascata grande di Gorzano, prima salita.

inverno Alberico Alesi, Marcello Nardoni, Monti della Laga, cascate del Pelone, prima salita

estate Antonio Mari, Giuliano Cacciatori, Domenico Pistonesi: Sibilla, versante N, ‘via delle due stagioni’, prima salita.

Tiziano Cantalamessa, Massimo Marcheggiani (Roma): Ande Peruviane, Huascaran, parete N, via Casarotto (tentativo).

Franco Cigno, Pietro Spina, Monti Sibillini, Monte Zampa, cascata Alba di Luna, prima salita.

8 dicembre Massimo Bollettini, Ares Tondi, Monti della Laga, Cascata di destra del Gorzano, prima salita.

18 dicembre A. Mari, G. Cacciatori, M.Sibilla, versante nord, 4° torrione (da destra guardando dall’alto), V, un pass. VI ,uno VI+, prima salita e prima invernale.

23 dicembre Roberto Cantalamessa, Riccardo Bessio: Sibillini, Balzo rosso, via ‘l’uomo del carillon’, prima salita, prima invernale.


1990

5 gennaio Antonio Palermi, Paola Romanucci, Alberico Alesi, Cristian Muscelli: Monti della Laga, Valle del Castellano, cascate della Rocchetta, prima salita parziale.

6 gennaio Antonio Palermi, Paola Romanucci, Enrico Vallorani,Giovanni Fusco: Monti della Laga, Valle del Castellano, cascata “la crisalide”, prima salita.

6 gennaio Antonio Palermi, Paola Romanucci, Enrico Vallorani,Giovanni Fusco: Monti della Laga, Valle del Castellano, cascate del Peschio, prima salita.

13 gennaio Paola Romanucci, Antonio Palermi, Enrico Vallorani: Monti della Laga, Valle del Castellano, cascata “fabbrone”, prima salita.

13 Gennaio Antonio Palermi, Massimo Bollettini, Paola Romanucci, Enrico Vallorani, Roberto Bernardi: Monti della Laga, Valle del Castellano, cascata ‘couloir d’argento’, prima salita.

16 Gennaio Alberico Alesi, Massimo Bollettini, Cristian Muscelli, Maurizio Calibani: Monti della Laga, Valle del Castellano, cascata ‘la regina’, prima salita.

28 Gennaio E. Vallorani, Gianni Siliquini: M. della Laga, Fosso della Morricana, cascata ‘Replica’, prima salita.


1991

gennaio Tiziano Cantalamessa, Franco Farina: Monte Camicia, parete N, Fondo della Salsa, cascata ‘la figlia dell’orco’, prima salita.

Franchino Franceschi, monti della Laga, cascata La Martese prima salita in solitaria.

3 febbraio Antonio Palermi, Paola Romanucci, Monti della Laga, cascata la Tignesi, prima salita.

estate Tiziano Cantalamessa, Piergiorgio Esposti: Vettore, Pizzo del Diavolo, Il Castello, via ‘Cantalamessa-Esposti’, prima salita.


1992

Febbraio Tiziano Cantalamessa, Franco Farina, Piergiorgio Esposti: Monte Camicia, parete N, Fondo della Salsa, cascata ‘Valentina’, prima salita.

1 febbraio Antonio Palermi, Paola Romanucci: Monte Camicia, parete N, Fondo della Salsa, cascata ‘Baba Yaga’, prima salita.

inverno Tiziano Cantalamessa, Franchino Franceschi: Gran Sasso, Paretone, diedro di Mefisto, prima invernale.

estate Antonio Palermi, Fabio Lattavo, Pino Sabbatini, Luana Villani: Intermesoli, parete E, via ‘wall’s of Woodoo’, prima salita.

Antonio Palermi, Cristian Muscelli, Fabio Lattavo, Luana Villani: Intermesoli, parete E, via ‘Stentichina e Pantafora’, prima salita.

Tiziano Cantalamessa e suoi clienti: India, Zanskar, salita allo Z2.


1993

28 dicembre Pierluigi Marconi, William Lanza, Sibillini, affluente torrente Lera, cascata “glace verte”, prima salita.


1994

inverno Alberico Alesi, Manilio Prignano, Antonio Palermi, Paola Romanucci, Massimo Bollettini, Enrico Vallorani: Monti della Laga, Fosso del Gorzano, cascata grande di Gorzano, prima salita.

estate Tonino Mari, Giuliano Cacciatori, Sibillini, Monte Zampa, Di Mari in peggio, prima salita.

Antonio Mari, Domenico Pistonesi: Sibillini, Monte Zampa, versante N, via ‘senza nome’, prima salita.

Antonio Palermi, Mauro Calibani, Fabio Lattavo: Gran Sasso, Corno Piccolo, Prima Spalla, via ‘Caprice de dieu’, prima salita.

Alessandro Lupi, Pietro Cardi, Gran Sasso, Corno Piccolo, Prima spalla, via Caprice de Dieu, prima ripetizione.

17 Ottobre Antonio Mari, Domenico Pistonesi, Franchino Franceschi: Monti Sibilla e Zampa, versanti N, ‘via del nonno’, prima salita.


1995

inverno Tiziano Cantalamessa: Monte Camicia, parete N, Fondo della Salsa, cascata ‘bye bye Canada’, prima salita.

Tiziano Cantalamessa, Marco Vallesi, Antonio Palermi, G. Sasso, val Maone, cascata sognando California, prima salita.


1997

Mauro Calibani vince la Coppa Italia di difficoltà.


1999

23 gennaio Guido D’Amico, Ermanno Fortuna, Monte Camicia parete Nord, via Dimitri, prima salita.


2000

agosto-settembre Himalaya: Palermi Antonio e Antonella Balerna sono due dei dodici componenti della spedizione del CAI di Roma sul Cho Oyo (8201 m).


2001

estate Tonino Mari, Dario Cannella: Palazzo Borghese, parete Est, via Accurti-Zannini, prima salita.

Mauro Calibani vince il primo campionato del mondo di boulder e conquista il 2° posto in Coppa del Mondo.


2002

9 febbraio Guido D’Amico, Adriano Olivieri: Palazzo Borghese via Accurti-Zannini, prima invernale.

estate Mauro Calibani vince il Rock Master di boulder di Arco di Trento e si classifica al 2° posto dei Campionati europei; sale a Interprete (Montegallo) con protezioni removibili “Is not always Pasqua” (8b), prima via in Italia di questa difficoltà e in questo stile.

Marco Nardi, Enrico Alberti, Paolo Luzi e Giuseppe Ficcadenti: Africa, Kilimanjaro (5895 m).

Francesco Valente: Ande peruviane, Aconcagua (6962 m). Della spedizione faceva parte anche Massimiliano Catani.


2003

agosto Simone Consorti, Fabio Bucci, Carlo Paci, Sibillini, Pizzo del Diavolo, via Pilato’s crack, prima salita.

Mauro Calibani vince per la seconda volta il Rock Master di boulder di Arco di Trento; sale a Meschia (Roccafluvione) ”Tonino 78”, ad oggi uno dei passaggi di boulder più difficili al mondo (8c).

estate Marco Nardi, Francesco Valente, Mario Salvi: Himalaya: Mutzagata (7560 m).

inverno Guido D’Amico, Adriano Olivieri, M. Sibillini, Infernaccio , cascata Rangerino Ice, prima salita.


2004

8 febbraio Muore a 55 anni Giancarlo Tosti.

agosto Himalaya: Palermi Antonio e Antonella Balerna raggiungono la vetta dello Stock Kangri (6200 m) nella regione del Ladakh.

Stefano Romanucci si reca in Inghilterra dove ripete alcuni passaggi di boulder che risultavano irripetuti.


2007

estate Stefano Romanucci e Adriano Olivieri, Gran Sasso, Corno Piccolo, parete Est, Via del Trapezio, prima salita in libera.

Antonio Palermi, Antonella Balerna, Sibillini, Pizzo del Diavolo, via dello Spazzacamino, prima ripetizione.


2008

agosto Antonio Palermi, Adriano Olivieri, Antonella Balerna, Gran Sasso, Pizzo Intermesoli, via Ferro di Lancia, prima ripetizione.


NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo