IL SOSTEGNO CONCRETO GLI AMICI DELLA SAT AL RITRONO SULLE NOSTRE MONTAGNE.

sostegno concreto amici sat

Gli amici della SAT raccontano il lavoro su alcuni sentieri del Parco. Li ringraziamo di cuore, per la loro azione di sostegno concreto al ritorno sulle nostre montagne.

“Il resoconto completo dell’Iniziativa di solidarietà post-terremoto 2016 nel Centro Italia per la manutenzione dei sentieri.

“L’iniziativa nasce dalla sollecitazione della presidente del CAI di Ascoli Piceno Paola Romanucci che, lo scorso maggio, in occasione del Convegno CAI al Trento Film Festival sui sentieri delle aree del Centro Italia colpite dal sisma del 2016, aveva invitato le sezioni CAI ad intraprendere delle iniziative di solidarietà anche attraverso i sentieri e possibilmente ad aiutare nella manutenzione degli stessi. Invito ripreso e discusso in presidenza SAT e proposto alla Commissione sentieri. I contatti con il CAI Marche e con il Parco Nazionale dei Monti Sibillini sono positivi e, verificata la fattibilità tecnica, copertura delle spese e logistica, l’iniziativa prende corpo. Grazie alla disponibilità di 14 volontari, dal 16 al 21 ottobre 2017, si concretizza in una sorta di piccola spedizione che non ha come obiettivo la salita a nessuna cima del famoso gruppo montuoso, ma il rinnovo della segnaletica e manutenzione di 7 sentieri nel settore nord del Parco nazionale dei Sibillini nell’alto maceratese che sono stati anch’essi danneggiati dagli effetti del sisma e dalle grandi nevicate dell’inverno scorso.

Ciao William

28168467 1606372289439789 7906263818934108734 n

Come avrete oramai saputo, il nostro William ci ha lasciato: il suo cuore non ha retto le conseguenze di un incidente stradale accaduto sabato, su un viale forse troppo buio.
Appena avremo notizie sulla camera ardente e i funerali vi informeremo.
Una notizia terribile, quasi incredibile, una sensazione di vuoto immenso. Per tutti noi dentro il Cai ascolano, per un'intera comunità, William era un Padre Nobile: per la sua storia, per il suo impegno nell'insegnare i valori della Resistenza nelle scuole, per le tante battaglie per l'ambiente, per i legami forti con l'associazionismo della nostra città.  Per la sua straordinaria passione, sempre sorridente, generosa e gentile.
Per il legame vitale con la montagna della sua gioventù, dove la nebbia lo aveva nascosto ai soldati nazisti quel tre ottobre; dove ha ritrovato e riaperto il sentiero della nostra storia di libertà, che poi narrava ai giovani; dove ha ricostruito con altri la caciara dei Partigiani; dove vigilava contro l'ignoranza e la prepotenza, oggi come ieri.
Soltanto qualche settimana fa, lo avevo convinto a mettere per iscritto il racconto di una tipica giornata di sci sulla Montagna dei Fiori ai "suoi" tempi, con cui aveva divertito e appassionato - come sempre, quando raccontava - un uditorio affollato da Rinascita, durante la presentazione della nuova carta dei monti Gemelli.  Sono contenta che lo abbia abbia fatto, grazie alla collaborazione dell'inseparabile Marco, suo amico fraterno e complice in tante battaglie di civiltà.  Quel racconto lo condivideremo a breve: sarà un modo di salutarlo che, credo, gli sarebbe piaciuto.
William ci ha lasciato, ma il suo spirito libero, ironico e combattivo lo terremo sempre con noi.
Caro William, per tutti noi è stato un privilegio conoscerti e frequentarti.  Ci hai insegnato tanto: forse, sopra ogni altra cosa, che il Sentiero della Memoria passa dentro di noi e porta sempre da qualche parte, in un futuro migliore.
Ti vogliamo bene.
Paola, il Consiglio, la Segreteria, tutti i Soci CAI di Ascoli Piceno.

28167028 1606371229439895 1661141129960695730 n

28166970 1606372092773142 2352951019403346731 n

Curiamo un sentiero

Iniziativa in collaborazione con la
Commissione Sentieri
Della Sezione CAI di Ascoli Piceno

Primo incontro per la pulitura e sistemazione
segnaletica orizzontale e verticale CAI di un sentiero.
Uscerno, Meschia, Costa della Rota (sentiero 502),
incrocio col sentiero 503,
Sorgente della Frigida, Pastina.

Domenica 15 aprile 2018
Ritrovo: ore 07:30
Parcheggio in via Recanati - Ascoli Piceno
L’escursionista verrà munito di materiale
(pennello, mascherine, nastro e vernice bianca e rossa)
necessario alla realizzazione della segnaletica orizzontale CAI

curiamo sentiero segnavia bandiera 401

 

L’ iniziativa è nata per valorizzare l’attività del CAI intesa alla cura ed al mantenimento della rete sentieristica.
Il sentiero è stato il mezzo di comunicazione tra vicini, tra paesi, tra civiltà. Nella storia, attraverso di esso, sfruttando passaggi immaginabili, scolpendo rocce per superare le asperità del terreno, si sono raggiunti luoghi sconosciuti. Non c’è paese, dalle Ande agli Appennini, dall’Australia all’India, in ogni parte del mondo, che non sia attraversato da una miriade di sentieri. Prodotti di alta ingegneria o di mezzi arcaici, i sentieri sono stati utilizzati fino ai giorni nostri. Oggi con le nostre comodità, con le nostre autostrade a più corsie, vorremmo dimenticare e perdere queste opere che hanno segnato la storia delle nostre contrade? Spendiamo del tempo e dei finanziamenti per mantenere intatti questi sentieri. Anche perchè essi rappresentano una delle possibili leve del ritorno nel post-sisma.curiamo sentiero cartelli

 

 

Attachments:
Download this file (Curiamo un sentiero 1.pdf)Curiamo un sentiero 1.pdf[ ]586 kB

BUONA PASQUA .... COL BOLLINO CAI !

Cari Soci e Amici,
per chi non ha rinnovato la tessera entro il 31 marzo si interromperà l’iscrizione al CAI e, con essa, anche la copertura assicurativa per attività sociale e l’invio della nostra bella rivista Montagne360.  Ma niente paura: vi aspettiamo in sede, come sempre il mercoledì ed il venerdì dalle 19 alle 20, per acquistare l’indispensabile bollino 2018, tornare a far parte del glorioso Club Alpino Italiano e... ripartire assieme per nuove avventure.
Buona Pasqua a tutti voi!

Pasqua 2018

LA MONTAGNA DI WILLIAM

Ciao Paola, ti abbiamo inviato per l'ennesima volta il "racconto" che ritengo ultimato accompagnato dalla speranza che sia l'ultima volta.  A te se necessario, spetta togliere o aggiungere o,...lasciare tutto com'è. Fammi sapere cosa intendi fare.
ariciao william
Così mi scriveva William il 20 febbraio, alle prese con la casella mail che Silvio gli aveva aperto da qualche tempo.  Il testo che, con l’aiuto di Marco Morganti, ha limato e arricchito di foto è più o meno lo stesso col quale aveva divertito e incantato una sala piena di gente, la sera che da Rinascita presentammo la nuova Carta dei monti Gemelli.
Sono contenta di avergli chiesto di scriverlo, questo racconto in cui rivive la Montagna dei Fiori della sua gioventù, ancora brulla di pinete, dove si sciava senza impianti di risalita e si giocava a costruire rifugi.  C’è tutto l'amore di William per la “sua” montagna, che William ha sempre, fortemente voluto di tutti.
.... Non pare anche a voi di risentire la voce fioca, ironica e tenace dell’eterno ragazzo che “si divertiva  a ricordare e raccontare” ?  
Paola Romanucci

libro william scalabroni 2018

Attachments:
Download this file (Racconto di William.pdf)Racconto di William.pdf[ ]2581 kB

ESCURSIONE INVERNALE CON LE CIASPOLE... neve permettendo INTERSEZIONALE con il CAI di SAN BENEDETTO DEL TRONTO IL SENTIERO DELLA MEMORIA Omaggio a William

Per il terzo appuntamento del ciclo “Neve permettendo…” torneremo sul Sentiero della Memoria, il sentiero di William. E non poteva che essere così, perché quello che noi tutti desideriamo è sentirci vicini a lui. Il nostro William ci ha lasciato e noi stentiamo ancora a crederci.
“Per tutti noi dentro il Cai ascolano, per un'intera comunità, William era un Padre Nobile: per la sua storia, per il suo impegno nell'insegnare i valori della Resistenza nelle scuole, per le tante battaglie in difesa dell'ambiente, per i legami forti con l'associazionismo della nostra città. Per la sua straordinaria passione, sempre sorridente, generosa e gentile.
Per il legame vitale con la montagna della sua gioventù, dove la nebbia lo aveva nascosto ai soldati nazisti di quel 3 ottobre; dove ha ritrovato e riaperto il sentiero della nostra storia di libertà, che poi narrava ai giovani; dove ha ricostruito con altri la caciara dei Partigiani” (Paola Romanucci, Presidente Sez. CAI di Ascoli P.)
Vi aspettiamo in sezione mercoledì e venerdì dalle 19 alle 20 per informazioni e iscrizioni.

Gruppo Slowbike, "PedalAscoli": Domenica 11 marzo 2018

IMG 0061 piccola 

La prima escursione prevista nel Calendario Slowbike 2018 coinvolge sia il centro storico di Ascoli sia gli ambiti fluviali di Tronto, Castellano e Chiaro inseriti nell’area cittadina, alla scoperta di luoghi dimenticati del capoluogo piceno: il ponte romano di Cecco, l’ex chiesa di S. Salvatore di Sotto, l’orto botanico dell’Istituto Tecnico Agrario, l’ex area industriale della Carbon, il “ponte rotto” medievale sul torrente Chiaro, la via Crucis e la statua del Redentore sulla collina del Sacro Cuore, la Fortezza Pia.
Sui siti www.caiascoli.it e www.slowbikeap.it è pubblicata la relazione dove potrete trovare tutte le informazioni; per le iscrizioni potete scriverci (eventualità prevista solo per i soci CAI) a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o passare in sezione venerdì (obbligatorio per i non soci), dalle 19,00 alle 20,00.

Gruppo Slowbike, "Basilicata Coast to Coast"

basilicataCraco2VistaBC2C

VIII Corso di Alpinismo Invernale 2018

Salve a tutti.

Ecco finalmente la neve. Ed ecco pronto l'VIII corso di Alpinismo Invernale (A2), organizzato dalla Scuola di Alpinismo e Arrampicata libera del Piceno.   

A2 significa Alpinismo avanzato, cioè rivolto a frequentatori assidui della montagna e con un minimo di conoscenza  delle manovre di corda e nodi basilari normalmente usati in Alpinismo. Non solo, dico io, ma anche a coloro che provenienti da esperienze di escursionismo avanzato si sentono pronti a confrontarsi con le prime difficoltà tecniche.

Tranquilli, come già sperimentato nel precedente corso di alpinismo su roccia è prevista una giornata dedicata alla valutazione tecnica dei candidati tenuta dal corpo istruttori i quali selezioneranno gli iscritti al corso. Quindi perché non candidarsi e mettersi in gioco?   

Attachments:
Download this file (locandina.pdf)Locandina[ ]48975 kB
Download this file (pieghevole.pdf)Pieghevole del Corso[ ]2073 kB

Domenica 25 febbraio Intersezionale con il CAI di San Benedetto del Tronto MONTE SCINDARELLA

foto scindarella 1

Intersezionale con il CAI di San Benedetto del Tronto
MONTE SCINDARELLA (Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga)
da località Monte Cristo fino a Campo Imperatore e rientro con la funivia

Neve permettendo...
Per domenica 25 febbraio è in programma un'escursione invernale con le ciaspole che ci porterà alla vetta del monte Scindarella (mt.2233). L'escursione è organizzata intersezionalmente con i nostri amici del CAI di San Benedetto del Tronto quindi ci saranno due luoghi di incontro per la partenza, poi ci ritroveremo tutti insieme a Fonte Cerreto dove lasceremo alcune auto per il recupero di tutti i mezzi che invece parcheggeremo in località Monte Cristo, nei pressi dei vecchi impianti in disuso.
Da lì inizierà l'escursione che ci porterà a salire fino alla vetta per poi scendere con percorso di cresta fino a Campo Imperatore da dove prenderemo la funivia per scendere a valle; a Fonte Cerreto appunto.
Si raccomanda di portare con sé la tessera CAI per poter usufruire della riduzione sul biglietto della funivia.
Per i dettagli consultare la relazione.
Vi aspettiamo in sezione il mercoledì e il venerdì dalle 19 alle 20 per informazioni e iscrizioni

foto scindarella 2