NUOVO RIFUGIO ZILIOLI

Virus o non virus, anche questa è fatta: i lavori del nuovo rifugio Zilioli, finanziati da Fondazione Carisap, Avis Provinciale e SAT-Società Alpinisti Tridentini, si avviano a conclusione.  A causa dell’emergenza sanitaria, per un degno festeggiamento dovremo attendere tempi migliori.  E così anche per l’utilizzo su prenotazione del locale chiuso, stante l’impossibilità di sanificare gli ambienti. Se le disposizioni sanitarie lo consentiranno, una volta finiti i lavori restituiremo il locale invernale all’uso pubblico per le sole emergenze.
Il nuovo bivacco tornerà così a proteggere chi si trova in difficoltà e ad accogliere gli uomini del Soccorso Alpino.  Lo Zilioli sarà di nuovo lassù per tutti noi: a ciascuno di noi spetta di prendercene cura, di vigilare sul suo uso corretto, di intervenire a impedire che sia danneggiato o lordato, di segnalarne subito gli abusi.
Sulla nostra pagina FB abbiamo condiviso momenti della sua costruzione e pillole del suo passato: per chi non ama i social, presto racconteremo la sua storia anche sulla cara vecchia carta, illustrata da affascinanti foto di archivio e dagli splendidi scatti di Pierluigi Giorgi.