TIZIANO DAY, UNA MONTAGNA DI EMOZIONI.

E così, dopo venti anni dalla sua dolorosa scomparsa, circa centoventi persone si sono ritrovate sotto il Vettore, nella sala del Paese delle Fate, per Tiziano. Molti non si vedevano da anni, qualcuno arrivava da un altro continente. Ci sono stati saluti, abbracci e risate, si è mangiato e bevuto assieme alla mensa allestita da Gino.

Ma soprattutto c’era lui, Tiziano detto il Canta. Era nel video che ci ha restituito la sua voce, con quella risata travolgente che era la sua sigla.
Era nella sfilata di ricordi toccanti e divertenti - qualcuno anche intimo e difficile - che più veri non si può.
Era lì con noi, il ragazzo affamato di montagna e di vita, il maestro, il collega, il marito, il fratello, l’amico, nelle parole emozionate e sincere degli amici inseparabili degli anni più giovani, dei compagni sulle grandi pareti, dei suoi cari. Alberico, Tito, Stefano, Massimo, Silvia, Franchino.
Era nell’emozione di Riccardo (“guardavo in alto, ci parlavo e ci litigavo”) e nelle lacrime di Valentina (“molti di voi lo hanno conosciuto più di me”), figli di un padre speciale troppo poco vissuto e tanto immaginato. E ancora Renata, Roberto, Dario, Marco. Era perfino nei silenzi di chi lo conosceva molto bene e ha preferito ascoltare.
E’ nelle immagini che narrano la sua straordinaria forza vitale, dentro il bel libretto quadrato che Tonino Tito e Alberico hanno cavato dagli archivi di foto e di memorie.
La Sezione di Ascoli Piceno ringrazia il Comune di Arquata del Tronto, l’Associazione Monte Vettore e l’Associazione Nazionale Alpini per l’ospitalità, il Collegio Regionale delle Guide Alpine, il Soccorso Alpino delle Marche e la tipografia Elpis per il patrocinio.
E soprattutto, tutti gli Amici e i Soci che hanno partecipato.
L'album del Tiziano Day: https://www.facebook.com/pg/caiascolipiceno/photos/?tab=album&album_id=2195076330569379