Escursionismo

Domenica 8 ottobre 2017 CamminaCAI2017: da Rosara a Paggese

Passaggio su arenaria verso Coperso rL’escursione fa parte del CamminaCAI2017, iniziativa nazionale dedicata ai percorsi storici e religiosi italiani alla quale hanno aderito circa 50 sezioni del nostro sodalizio. L’intento è quello di far meglio conoscere nel mondo CAI questo settore particolare dell’escursionismo, nel quale già da anni si stanno cimentando diverse sezioni. Un impulso importante all’interno del CAI è avvenuto in occasione della predisposizione del programma CAI150, nell’ambito del quale fu inserito il progetto della Commissione Centrale Escursionismo denominato CamminaCAI150: la percorrenza in contemporanea di alcuni itinerari storici con stessa data di partenza, il 20 aprile 2013, e di arrivo congiunto il 28 settembre a Roma. Il programma prevedeva la Via Francigena da nord, la Via Micaelica da sud e la Via Salaria da est. Nei fatti, sotto l’egida CAI, è nata l’ossatura di una rete escursionistica di percorsi storici estesa su tutto il territorio nazionale. Degli itinerari, quello denominato “Salaria, quattro regioni senza confini” è stato il più recente: il progetto si è sviluppato nell’arco del triennio 2011-2013 ed ha visto il coinvolgimento di dieci sezioni CAI appartenenti a quattro regioni diverse dell’Appennino Centrale - Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria – purtroppo in questo momento in difficoltà, in quanto l’area dove si toccano è stata l’epicentro dei recenti eventi sismici. Il Trekking solidale delle tre A, svoltosi a inizio giugno, ha recuperato le due tappe che collegano Arquata con Accumoli e Amatrice. L’escursione da Rosara a Paggese costituisce la seconda tappa del Cammino della Salaria riducendone leggermente l’itinerario previsto da Ascoli ad Acquasanta Terme.

Informazioni ed iscrizioni presso la sede CAI ogni mercoledì e venerdì ore 19-20, oppure consultare il sito www.caiascoli.it dove è pubblicata la relazione dell'escursione.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo