CENA SOCIALE 2016 VENERDI 16 DICEMBRE, GAZEBO ORSINI DI VENAROTTA


cena sociale 2015

Cari Soci,
quest’anno non potete mancare alla nostra cena sociale, venerdì 16 dicembre sempre al Gazebo Orsini di Venarotta, per un mucchio di ottimi motivi.

Perché non potete perdervi l’esordio ai fornelli della Capo Chef Francesca Erculei dell’Alpinismo Giovanile, nel solco della collaudata autogestione.
Perché tra i tavoli volteggeranno come sempre il Maitre Marcel Nardonì con i suoi fidi camerieri in guanti bianchi, che l’Hilton ci contende inutilmente.
Perchè gli SchifiPremi attendono nuovi affettuosi proprietari.
Perché gli audaci cori dello scorso anno, diretti con perizia e sprezzo del ridicolo dai Maestri Geggè e PierFilippo, meritano una seconda chance.
Perché lì vi aspetteranno l’irrinunciabile bollino col programma nuovo fiammante per  iniziare il 2017 equipaggiati al meglio, il calendario annuale con le bellissime foto vincitrici del concorso ed un gadget a tiratura limitata e modico prezzo di cui non vorrete fare a meno.
Ma soprattutto, perché dopo un anno tanto sbilenco abbiamo tutti bisogno di riacchiappare il filo della normalità: e che c’è di meglio del ritrovarsi, raccontarsi e ridere assieme, intorno a un bel fuoco?

Il costo della cena è di €18 per i soci e di 20€ per i non soci.  Come sempre, per partecipare alla cena è INDISPENSABILE effettuare la prenotazione entro e non oltre venerdì 9 dicembre, (la cena è autogestita e dobbiamo acquistare tutto per tempo).  Potete prenotarvi presso la sede, aperta nei giorni di mercoledì e venerdì dalle 19.00 alle 20.00 (tel.0736-45158), oppure inviando una email di conferma all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..  Con la prenotazione assumete, a vostra scelta, l’obbligo morale di partecipare, oppure di rimborsare le quote della mancata partecipazione (suggeriamo vivamente la prima opzione).

Sempre entro venerdì 9 dicembre potrete conferire in sede i vostri SchifiPremi, che saranno stimati e catalogati dal Banditore Mark Nerdony della prestigiosa Casa d’aste Chrostie’s
(in allegato il Regolamento Ministeriale della SchifiLotteria).

Vi aspettiamo, con familiari e amici: sapete bene che “più gente entra, più bestie si vedono”. 

A tutti voi, i più cari Auguri per le feste… E per ripartire assieme con testardaggine ed entusiasmo, noi e la gente delle nostre amate montagne.


Il Presidente
Paola Romanucci

Attachments:
Download this file (Regolamento SchifiLotteria.pdf)Regolamento SchifiLotteria.pdf[ ]88 kB

RIAPRE LA SEDE


A decorrere da mercoledì 16 novembre torniamo ad essere operativi nella nostra sede in via Serafino Cellini 10.Il nostro ringraziamento al Sestiere di Porta Tufilla, per averci ospitato durante la settimana di chiusura.

A proposito: i bollini 2017 sono pronti e sono aperte le prenotazioni per la cena sociale del 16 dicembre!

Incontri d'autunno 2016

Tornano gli "Incontri d'Autunno" quest'anno dedicati al tema:  "Dentro la montagna tra scienza e mito".
Questo il programma:

 Venerdì 25 novembre
“Terremoti”
Tra natura, paura e convivenza - Emanuele Tondi
Libreria Rinascita - ore 18.00

Giovedì 1 dicembre
“La signora dei Sibillini”
Tra letteratura e leggende - Americo Marconi
Libreria Rinascita - ore 18.00

 

 Venerdì 25 novembre, ore 18:00, "Terremoti: tra natura, paura e convivenza"

Emanuele Tondi ci accompagna alla scoperta del fenomeno sismico e dei suoi effetti.
Emanuele Tondi Geologo e professore associato dell’Università di Camerino, Emanuele Tondi è un prestigioso indagatore dei fenomeni sismici e delle loro dinamiche. La sua attività di ricerca è rivolta allo studio della deformazione fragile delle rocce e, in particolare, alla valutazione del potenziale sismogenetico delle faglie attive e al loro ruolo nella circolazione dei geofluidi sotterranei.
Gli effetti anche catastrofici e drammatici sulla nostra vita quotidiana ci portano a dimenticare che il terremoto è un fenomeno naturale e ciclico, la cui conoscenza è diventata essenziale per uno scopo non più rinviabile: imparare l’arte della convivenza con esso (come già fanno in altre parti del mondo). La recente crisi sismica dimostra che siamo diventati efficienti nella gestione dell’emergenza, ma ancora poco si fa in termini di prevenzione.

Infatti, nell’intervallo di tempo compreso tra un terremoto e quello successivo, la natura ci concede una tregua, più o meno lunga, durante la quale si può rimuovere la memoria storica dell’evento e, con essa, il trauma collettivo (sperando che non si ripeta); oppure, programmare una serie di interventi preventivi che potranno servire in futuro a difenderci e a salvaguardare la nostra incolumità e qualità della vita.

 

Giovedì 1 dicembre, ore 18:00, "La Signora dei Sibillini, tra letteratura e leggenda"

Americo Marconi ci introduce al fascinoso mito della Sibilla.
Americo Marconi Medico chirurgo classe 1953, già medico del Soccorso Alpino (e – ci tiene a precisare - ex allievo della nostra Sezione), per Americo Marconi l’alpinismo, la filosofia e la letteratura si fondono in una passione umanistica che lo ha condotto a scalare, studiare e narrare le sue montagne, con una predilezione evidente per il monte Sibilla e il suo ammaliante tesoro di storia e leggenda.
Dopo il saggio La montagna Infinita (Pazzini Editore 2011) e il racconto L’armilla d’oro (2015), con la sua ultima fatica letteraria La Sibilla (Marte Editore 2016), Americo entra finalmente nel cuore del regno della potente Maga che domina sui Sibillini e, da sempre, sul nostro immaginario collettivo.

Profetessa pagana dispensatrice di vita e saggezza, quindi ingannevole demone femminino in età cristiana, il suo fascino trasfigura nei secoli, attraverso versi classici, dipinti, misteriose iscrizioni. Esploratori e profanatori di ogni epoca la cercano, ma la Maga si ritrae ogni volta nel suo regno e tace.... O, forse, ci parla una lingua antica che non comprendiamo più.

La multiforme, fascinosa Sibilla: torneremo presto a cercarla sui suoi monti e, speriamo, anche ad ammirarla negli affreschi della chiesa di Santa Maria in Pantano.

BORGHI 2016 – ESCURSIONE DI DOMENICA 13 NOVEMBRE + FESTA DI SAN MARTINO AL RIFUGIO PACI

foto borghi Ancora un cambio di programma dovuto alle avversità che di questi tempi infieriscono contro di noi. La prevista partecipazione alla festa di San Martino organizzata dalla Sezione CAI di Amatrice è saltata a causa dell’annullamento di quella manifestazione. Gli amici di Amatrice e quelli dell’Aquila, che avrebbero dovuto gestire la logistica di quel giorno, comprensibilmente non se la sono sentita di riproporre la manifestazione dopo la recente ripresa degli eventi tellurici.

Ma noi non demordiamo e continuiamo a ricucire quello che il terremoto prova a sfilacciare. Così dopo la riuscita escursione di domenica scorsa, quando neanche il vento forte e la pioggia ci hanno fermato, per il 13 novembre proponiamo uno degli itinerari del programma “BORGHI” di quest’anno e più precisamente quello che partendo dalla strada che raggiunge Valle Castellana, sale alle case di Forcella per poi raggiungere la cresta fino a San Gregorio di Acquasanta Terme, per poi ridiscendere a Fleno e da lì a Vosci.

Al  termine dell’escursione raggiungeremo via San Vito il Rifugio Mario Paci dove a tavola potremo festeggiare il san Martino.

Il raduno è previsto in Via Recanati, davanti al mercato coperto, alle ore 7:30.

La scheda con la descrizione dell’intero itinerario la trovate sul sito della Sezione www.caiascoli.it.

ATTENZIONE!!! Questa volta per iscriversi all’iniziativa e prenotarvi per il pranzo dovrete recarvi presso la sede che è temporaneamente trasferita in via Amadio 11, presso i locali del sestiere Tufilla, di fianco alla Caserma Vellei. L’orario è lo stesso di sempre (venerdì dalle 19 alle 20).

 

Possono partecipare soci e non soci, ma questi ultimi dovranno obbligatoriamente sottoscrivere polizza assicurativa.

Il rifugio Zilioli non è agibile

Il rifugio Tito Zilioli, situato sulla sella delle Ciaule, sotto la cima del monte Vettore, non è agibile.

I terremoti di questi giorni hanno prodotto diverse crepe e quindi non è possibile fruire dei locali (sia quello aperto al pubblico sia quello chiuso). In attesa di nuovi sviluppi invitiamo gli eventuali escursionisti a non fare affidamento su tale struttura.

Concorso fotografico

Le iscrizioni per il concorso fotografico sono terminate. Adesso spetta a voi selezionare le 12 migliori foto che andranno a comporre il calendario della sezione per il 2017.
Vi ricordiamo che è possibile votare 12 foto ma una sola volta.
Buona votazione e vinca la migliore!

Per accedere alla pagina delle votazioni clica qui VOTAZIONI

TRASFERIMENTO TEMPORANEO SEDE PRESSO SESTIERE DI PORTA TUFILLA

Cari Soci,
la straordinarietà della situazione impone anche a noi qualche temporanea modifica: per ragioni logistiche, la sede della Sezione resta chiusa per questa settimana, quindi verrà per breve tempo trasferita presso il sestiere di Porta Tufilla in via Amadio 11 di Campo Parignano (di fianco alla Caserma Vellei al piano terra, c'è anche il bar!). 
Gli orari sono modificati come segue: LUNEDI (in luogo di mercoledì) e venerdì, consueto orario dalle 19 alle 20. 
Vi aspettiamo da lunedì 7 al Tufilla Club, che ringraziamo per la solidale ospitalità, e vi invitiamo a rinnovare la tessera, i bollini 2017 sono già arrivati!

BORGHI 2016 – ESCURSIONE DI DOMENICA 6 NOVEMBRE

terra cucitaCI RIPROVIAMO…

Riprendersi dai ripetuti shock di questi giorni non è semplice, così come è improbabile che si possa presto tornare a vivere una condizione di normalità. Pur con questa consapevolezza proponiamo agli amanti dell’escursionismo la camminata già in programma domenica scorsa, annullata per l’eccezionale scuotimento che ci ha sorpresi al momento del raduno, che è un anello tra i paesi di Marsia, Vallicella, Monestino, Osoli e Vetoli, nel territorio del Comune di Roccafluvione.

Ci terremo ovviamente ai margini degli abitati, evitando di addentrarci tra case che anche senza l’apporto del terremoto di questi giorni non si distinguevano certo per solidità e sicurezza.

L’escursione sarà utile per ritrovarci dopo le paure di questi giorni, per trascorrere si spera qualche ora serena e certamente per discutere e interrogarsi sul futuro del nostro Appennino, per cercare insieme prospettive future per territori che oggi vivono uno dei momenti più drammatici della loro già difficile esistenza.

Quando tre anni fa è nato il programma “Borghi” pensavamo di progettare escursioni tra le rovine di una civiltà estinta per esplorare insieme possibili futuri scenari. Oggi alle rovine si sono aggiunte le macerie nell’accezione che ne dà l’antropologo ed etnologo Marc Augè. Lo scenario che si apre a questo punto è avvolto dalla polvere dei crolli e comunque appare profondamente mutato.

La partenza per l’escursione è prevista per le ore 7:30 di domenica in Via Recanati, d’avanti al mercato coperto, con la speranza che stavolta vada tutto liscio e che il mostro che si agita sotto i nostri Sibillini riposi tranquillo.

Informiamo inoltre che la segreteria resterà chiusa per tutta la settimana, come del resto l’edificio scolastico che ospita la sede. I soci comunque potranno presentarsi direttamente all’appuntamento di domenica. I non soci eccezionalmente potranno registrarsi facendo pervenire entro le ore 20:00 di venerdì  4 novembre una mail all’indirizzo     Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.      in cui dovranno riportare nome, cognome e data di nascita. Il pagamento dell’assicurazione e la firma del modello saranno effettuati domenica mattina al momento del raduno. I non soci inscritti all’escursione del 30 ottobre non potranno recuperare la cifra versata in quanto la copertura assicurativa è stata attivata per quella data.

Accedendo al sito www.caiascoli.it si potrà scaricare la scheda dell’escursione in formato pdf.

 

BORGHI 2016 – tre camminate e tre chiacchierate dedicate ai borghi abbandonati dell’Appennino ascolano, teramano + laziale

Log borghi 3Non proprio “come da programma” ma quasi, la Commissione Escursionismo propone quest’anno il terzo ciclo di tre escursioni attraverso i borghi abbandonati dell’Appennino.  Le camminate si svolgono su percorsi di bassa quota, lungo sentieri e piste in terra, alla riscoperta degli itinerari che un tempo collegavano le tante frazioni costruite a ridosso della montagna.

 Rispetto ai due cicli precedenti e al programma originario è stato inserito un itinerario anche in terra laziale, nelle zone che sono state colpite dal terribile sisma dell’agosto scorso. L’ultima delle tre escursioni infatti sarà abbinata alla festa di San Martino che la Sezione CAI di Amatrice organizza ogni anno in prossimità della chiesa dedicata al Santo, ai piedi del Monte Giaccio Porcelli e che anche quest’anno intende riproporre in segno di reazione al destino avverso che ha colpito quella terra.

DOMENICA 23 OTTOBRE ESCURSIONE PIZZO DI SEVO

Pizzo di Sevo

 

La Commissione Escursionismo e La Sezione CAI di Ascoli propone per domenica 23 ottobre di unirci ai nostri amici di Amatrice in un "must" del nostro Appennino: Pizzo di Sevo. Appuntamento alle ore 06:45 in via Recanati.  Per chi non è socio (e si ostina a non voler fare la tessera) è obbligatoria l'iscrizione a fini assicurativi, venerdì 21 in sede dalle h19:00 alle h20:00.

"E dopo i piccolini, a risalire in vetta post terremoto saranno i grandi. Il 23 ottobre escursione a Pizzo di Sevo, per riprendere l’attività escursionistica dopo il terribile sisma che ha travolto il nostro territorio e la nostra gente confermiamo una grande classica che da anni rappresenta la chiusura della stagione del trekking estivo. Ci aspettiamo la partecipazione di tanti amici della ‘Grande Famiglia del Club Alpino Italiano’ , maggiori informazioni nella locandina allegata."

 

Attachments:
Download this file (Pizzo di Sevo 23.10.2016.pdf)Pizzo di Sevo 23.10.2016.pdf[ ]3181 kB

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo